gototopgototop
Caffe_Roma_Panettone_475x120Ricco_banner_testata_2__475x120

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Banner
Banner
Ricco Gioielli linea Mirco Visconti
Banner
L'ospedale di Putignano 'non si tocca': indetta una consultazione popolare
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit
Banner

L'ospedale di Putignano 'non si tocca': indetta una consultazione popolare

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
Attualità

E' fissata per lunedì 6 novembre alle ore 17, presso la Sala Consiliare. Con questo strumento la locale amministrazione recepisce le istanze della comunità e le rappresenta in un atto di Indirizzo Generale da inoltrare alla Regione Puglia

Ospedale_-_Sit-in_consultazione_popolare_contestazioniPutignano Ba – Come annunciato a margine dell’ultimo sit-in promosso dal Comitato ‘Giù le mani dall’ospedale’ del 2 ottobre scorso, nel quale furono raccolte le firme necessarie per indire una consultazione popolare contro il piano di riordino ospedaliero della Regione Puglia e per riportare il S.Maria degli Angeli di Putignano ad ospedale di I Livello, anche la giunta comunale ha fatto la sua parte.

La Consultazione popolare è ottenibile attraverso la richiesta di almeno 1000 cittadini, da parte della giunta comunale, o da parte di almeno cinque consiglieri. ‘Noi abbiamo deciso di attivare tutti e tre questi metodi – dichiarò il sindaco Giannandrea in quell’occasione.

E così è stato. Con delibera di giunta di qualche giorno fa la locale amministrazione ha formalmente richiesto:

- Al Presidente del Consiglio Comunale, cosi come previsto dall’art. 88 comma 2 del vigente regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale, l’indizione di una Consultazione Popolare al fine di recepire formalmente le istanze provenienti dalla comunità e rappresentarle in un atto di Indirizzo Generale da inoltrare alla Regione Puglia.

Più in particolare, contestando i tagli previsti dal piano regionale di riordino ospedaliero che colpiscono pesantemente, depotenziandolo, il S.Maria degli Angeli di Putignano,  si legge nelle motivazioni:

- Tale riordino penalizza fortemente L’Ospedale S. Maria degli Angeli che da decenni garantisce assistenza sanitaria ad un consistente bacino d’utenza, di tal chè la G.C. ha impugnato la suindicata delibera di Giunta Regionale presentato ricorso innanzi al Tar Puglia, giusto atto deliberativo n. 54 del 28.4.2017, avente ad oggetto: Delibera G.R. n. 239 del 28 Febbraio 2017, di approvazione Regolamento Regionale: Riordino Ospedaliero della Regione Puglia”, ai sensi del D.M. n. 70/2015 e delle leggi di Stabilità 2016/7. Modifica ed integrazioni del R.R. n. 14/2015.” Declassamento Ospedale Santa Maria degli Angeli di Putignano. – Ricorso innanzi al TAR Puglia. – Incarico a legale”;

- Il Consiglio Comunale con atto deliberativo n. 30 del 22.5.2017 in Seduta Aperta ai Sindaci del bacino di utenza approvava un Ordine del Giorno relativo alla succitata delibera di G.R, inviato tempestivamente presso la Regione Puglia;

Considerato che la problematica inerente il diritto alla salute, costituzionalmente garantito, è particolarmente sentita dal territorio imponendo alla governance dell’ente locale di adoperarsi affinchè possa essere ripristinata la situazione di fruibilità della struttura ospedaliera per andare incontro alle richieste dei cittadini che hanno peraltro formato un comitato spontaneo popolare, anch’esso promotore di iniziative coinvolgenti la cittadinanza tutta;

Vista la nota di prot. n. 51489 del 6.10.2017 avente ad oggetto:”Richiesta di indizione Consultazione Popolare e trasmissione firme cittadini” con la quale i promotori del gruppo spontaneo di cittadini “Giù le mani dal nostro ospedale” chiedono che venga indetta una Consultazione Popolare;

Visto lo Statuto Comunale, art. 20;

Visto il vigente Regolamento per il funzionamento del Consiglio comunale il quale all’art. 88 disciplina l’istituto della Consultazione Popolare ed in particolare il comma 4 che testualmente recita:

La consultazione può essere richiesta su altri argomenti di indirizzi generale dalla Giunta, da almeno 1/5 (un quinto) dei consiglieri assegnati, o da numero 1000 (mille ) cittadini.”

Ritenuto, pertanto, dover attivare tutte le iniziative possibili in sinergia con il territorio al fine di dar forza alle azioni di contrasto alle decisione assunte dalla Regione Puglia affinchè riveda quanto prima la decisione adottata con la delibera di G.R. n. 239/17, in ossequio all’affermazione del sacrosanto diritto alla salute;

Dato atto che il presente provvedimento non necessità dei pareri di cui all’art. 49 del Dlgs. n.267/2000 in quanto ricadente nella fattispecie di cui al comma 1 del medesimo articolo.

Con voti unanimi espressi nelle forme di legge;

DELIBERA

Per tutte le ragioni di cui in premessa che qui si intendono integralmente riportate; DI CHIEDERE Al Presidente del Consiglio Comunale, cosi come previsto dall’art. 88 comma 2 del vigente regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale, l’indizione di una Consultazione Popolare al fine di recepire formalmente le istanze provenienti dalla comunità e rappresentarle in un atto di Indirizzo Generale da inoltrare alla Regione Puglia.

Di seguito le richieste da mettere all'ordine del giorno con lo strumento della Consultazione Popolare:

- Di Invitare il Presidente della Giunta Regionale a ricusare con decorrenza immediata le determinazioni relative alle divisioni di Ostetricia e Ginecologia, Pneumologia e cardiologia del presidio ospedaliero di Putignano adottate con delibera di G.R. n.239 del 28/02/2017 nel Regolamento regionale di Riordino Ospedaliero della Regione Puglia;

- Di Invitare il Presidente della Giunta Regionale e la Direzione Generale ASL BA a qualificare il presidio ospedaliero Santa Maria degli Angeli come ospedale di Primo Livello per l’intero territorio dei comuni della Bassa Murgia, i cui sindaci si sono già formalmente riunitisi in due Consigli Comunali monotematici di cui agli atti “ Verbale n°2 del 13.03.2016” e “Verbale n°8 del 22.05.2017”. Il bacino di utenza della Bassa Murgia è, pertanto, costituito da oltre 200 mila cittadini pugliesi e, a tal proposito, è fondamentale sottolinearne il tributo già pesantemente pagato con la chiusura di 6 ospedali giustificata con il mantenimento dell’unico e ultimo P.O. del territorio, il Santa Maria degli Angeli .

- Di sollecitare la Giunta Regionale e la Direzione Generale ASL BA a rideterminare le disposizioni contenute nel Piano di Riordino Ospedaliero, in funzione dei nuovi LEA e delle verifiche prodotte per l’anno 2016 dall’A.Ge.Na.S. nell’ambito del programma Nazionale Esiti sull’auditing clinico ed organizzativo sanitario nazionale;

- Di impegnare la Giunta Regionale e la Direzione Generale ASl BA ad indire i nuovi concorsi per la copertura degli incarichi di Dirigenti Medici di I e II livello;

- Di promuovere in ogni sede istituzionale giurisdizionale iniziative ad azioni finalizzate ai bisogni assistenziali ed alla tutela dei cittadini di Putignano e dei Comuni della Bassa Murgia.





 

Aggiungi un commento

  Si consiglia di non inserire dati personali negli spazi riservati ai commenti (es. indirizzi, numeri cell. ecc.)
Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento: