gototopgototop
Caffe_Roma_475x120Ricco_banner_testata_2__475x120

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Banner
Ricco Gioielli linea Mirco Visconti
Banner
Banner
Fotovoltaico, facciamo un altro esempio pratico
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit
Banner

Fotovoltaico, facciamo un altro esempio pratico

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Attualità

Ass_Nicola_Recchia_lowL’Ass. Recchia: in arrivo altre aziende che proporranno formule a costo zero per i cittadini.

Chi intende passare al fotovoltaico dovrebbe provvedere subito per assicurarsi le attuali condizioni ancora vantaggiose.

Putignano (Ba) - Dopo la presentazione della prima azienda patrocinata dal comune per l’installazione di impianti fotovoltaici anche a costo zero per i cittadini, l’assessore all’urbanistica Nicola Recchia ci ha informati che continuano gli incontri e le consultazioni con altre aziende interessare ad aderire alla stessa formula. A breve infatti ne saranno presentate due nuove che potrebbero persino proporre delle formule ancora più convenienti.

Nel frattempo, per rispondere ai quesiti proposti dai nostri lettori, con l’assessore Recchia abbiamo riformulato un altro esempio pratico per evidenziare il risparmio e i vantaggi economici per chi passa al fotovoltaico.

Esempio pratico per un condominio che consuma 5mila kw annui

Un Condominio che consuma 5000 kw all’anno con contatore da 10Kw che impegna solo 4kw

Necessita di circa 30mq di pannelli (18 moduli non integrati), che costano circa 17mila iva inclusa.

L’impianto sviluppa circa 4kw per un totale di 5000 kw annui. Attualmente l’incentivo è di 40 centesimi di euro per ogni kw prodotto. Ciò significa che l’incentivo che si ottiene per 5000kw sarà di circa 2mila euro l’anno.

Agli incentivi  si somma il risparmio sulla bolletta elettrica che è di circa 900 euro

L’impianto in funzione per un anno produrrà un guadagno complessivo di €2.900,00 ai quali bisogna sottrarre i costi di manutenzione dell’impianto, stimati in circa 150 euro l’anno

 

Sottraendo i costi di manutenzione di 150 euro l’anno ai 2900 euro guadagnati si ha infine un saldo attivo di 2740 euro

 

Ciò significa che l’impianto in 6,2 anni si può ammortizzare completamente. Dal Settimo anno in poi, gli incentivi e il risparmio in bolletta costituiscono una forma di guadagno, e la durata dell’impianto è stimata in oltre vent’anni.





 

Aggiungi un commento

  Si consiglia di non inserire dati personali negli spazi riservati ai commenti (es. indirizzi, numeri cell. ecc.)
Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento: