Aveva 96 anni. Due volte sindaco di Putignano aveva ricoperto numerosi incarichi istituzionali

PDr._Vito_Vinella_-_Ricordoutignano Ba - Se ne è andato sereno nel giorno di Natale il Dr. Comm. Vito Vinella. La sua veneranda età lo aveva costretto ad una vita più ritirata nell'ultimo anno, ma prima di allora era sempre stato un uomo energico e dinamico.

Sindaco di Putignano in due diversi mandati: dal 1950 al 1953 e dal 1979 al 1981, nella sua lunga carriera politica aveva ricoperto numerosi incarichi di prestigio proprio negli anni di maggiore espansione economica e urbanistica della cittadina. Ha fato parte del consiglio comunale cittadino per 36 anni. Dal
1949 al 1985 ha fatto tutto: oltre che sindaco anche consigliere comunale e assessore.

Aveva fatto per esempio parte del consiglio di amministrazione dell’Ospedale di Putignano e presieduto la Fondazione Leopardi. Persino negli ultimi anni aveva accettato l’incarico di presidente dell’associazione combattenti e reduci di guerra che espletava con zelo e intraprendenza.

Dr._Vinella_con_i_familiari_a_febbraio_2016_-_96_compleanno'Ha scelto il giorno di Natale per andarsene, forse perché sapeva di avere vicino tutta la famiglia'. Queste le parole dell’ultimo dei suoi quattro figli, Luciano, stretto attorno al capezzale del padre con Pino, Paolo e Anna, e con loro le rispettive famiglie e nipoti.

In tanti si sono recati nel giorno di S.Stefano presso la Chiesetta di S.Chiara, ove era collocato il feretro, per un ultimo saluto a colui che tutti ricordano come all'ex sindaco Dott. Vito Vinella, rispolverando anche alcuni aneddoti che hanno fatto la storia della città del carnevale.

Dr._Vinella_al_centro_-_Novembre_2013Curiosamente assente invece l’attuale amministrazione comunale, con qualsivoglia attestazione che la circostanza impone,  ai funerali, celebrati martedì 27 dicembre alle 9,30 presso la Chiesa del Carmine. Il Dott. Vinella ha infatti servito la nostra comunità sempre con impegno, serietà e dedizione, partecipando attivamente alla vita politica e sociale,  meritando tutto il rispetto e l’affetto che i concittadini putignanesi gli hanno sempre tributato. A lui la nostra gratitudine, affetto e stima.

Giungano ai suoi familiari anche le più sentite condoglianze della nostra redazione.

 
Condividi