gototopgototop
Gruppo_Delfine_-_Promozione_antiparassitari_705x178_lowBCC_iniziativa_2018_950x240

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Ricco Gioielli linea Mirco Visconti
Banner
Banner
I Cinquestelle portano la questione Ospedale di Putignano in Parlamento
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit
Banner

I Cinquestelle portano la questione Ospedale di Putignano in Parlamento

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 16
ScarsoOttimo 
Attualità

Presentata dal Movimento Cinque Stelle l’interrogazione parlamentare al Ministero della Salute sull’attuale situazione dell'Ospedale di Putignano. Di seguito il testo integrale dell'interrogazione

Putignano Ba - Lo aveva annunciato la stessa deputata pentastellata Giulia Grillo, nel corso dell'incontro sulla sanità in Puglia organizzato On_Giulia_Grillo_M5Slo scorso 17 maggio dal meet up cinquestelle di Putignano. Unico atto politico concreto dopo le dichiarazioni del Direttore Generale ASL Bari sulla prossima chisusura del presidio S. Maria degli Angeli, alle quali hanno fatto eco quelle del consigliere regionale Fabiano Amati a margine dell'avvenuta aggiudicazione della gara per la progettazione del nuovo ospedale di Fasano-Monopoli.

Di seguito il comunicato stampa diramato dal Meet-up 2007 – Putignano a 5 Stelle e il testo dell'interrogazione a risposta in Commissione di martedì 16 giugno, presentata in Parlamento dai Cinquestelle:  Baroni, Di Vita, Giordano, Lorefice, Mantero, De Lorenzis, Brescia, D’Ambrosio, Scagliusi, L’Abbate.

Comunicato Stampa

In seguito alle dichiarazioni del consigliere regionale Fabiano Amati (rese note solo qualche giorno fa) circa l’avvenuto aggiudicamento della gara per la progettazione dell’Ospedale Fasano-Monopoli, si comunica che in data 16 giugno 2015 è stata presentata un’interrogazione a risposta in commissione 5-05807 firmata dai portavoce del M5S Baroni, Di Vita, Giordano, Lorefice, Mantero, De Lorenzis, Brescia, D’Ambrosio, Scagliusi, L’Abbate.

XVII LEGISLATURA
Seduta di Martedì 16 giugno 2015
interrogazione a risposta in Commissione:

GRILLOBARONIDI VITASILVIAGIORDANO, LOREFICEMANTERO, DE LORENZIS, BRESCIA, D'AMBROSIO, SCAGLIUSI e L'ABBATE

Al Ministro della salute. — Per sapere – premesso che: 
???l'ospedale di Putignano «S. Maria degli Angeli» ha competenza su un comprensorio di cui fanno parte i comuni di Noci, Alberbello, Turi, Locorotondo, Conversano, Gioia del Colle, servendo un'utenza di 180 mila cittadini. Nel corso degli anni 2012-2015 il presidio ospedaliero ha subito una notevole riduzione del personale e dei posti letto (da iniziali 170, a 130 circa, secondo le ultime previsioni); 
???nel luglio del 2013 l'associazione CittadinanzaAttiva di Putignano (Bari) segnalò alle autorità regionali pugliesi il progressivo depotenziamento dell'ospedale di Putignano «S. Maria degli Angeli» e denunciava il sotto utilizzo di un'altra struttura, quella dell'ex ospedale San Michele (localizzata tra il Comune di Noci e quello di Putignano), dotata di un grande stabile e di una superficie di verde di venti ettari di terreno di contorno; 
???nell'ottobre del 2014 nel comune di Putignano (Bari) si svolgeva un consiglio comunale monotematico sul destino del presidio ospedaliero «S. Maria degli Angeli» contro il rischio di un suo impoverimento e di una paventata chiusura; alcuni cittadini e qualche esponente politico sostennero la necessità di una riqualificazione del presidio ospedaliero «S. Maria degli Angeli» in un Centro di alta specializzazione chirurgica; 
???il 17 maggio del 2015 il quotidiano one line Putignano informatissimo riportava la notizia dello svolgimento di un'iniziativa pubblica sul tema «sanità in Puglia» che vedeva la partecipazione, oltre della sottoscritta, quella del sindaco del Comune di Putignano, Domenico Giannandrea e del direttore generale asl Bari, Vito Montanaro, quest'ultimo intervenuto nella discussione in collegamento telefonico. Il dibattito è stato incentrato sul processo di depauperamento dell'ospedale di Santa Maria degli Angeli. Il presidio ospedaliero di Putignano, negli ultimi cinque anni, ha visto aumentare i carichi di lavoro e, allo stesso tempo, ha subito: 
????la perdita di posti letto, che attualmente risulta essere al 2,8 posti/mille abitanti; 
????lo spostamento di reparti verso altri presidi ospedalieri: 
????la cancellazione di primari e di personale dalla pianta organica; 
????il conseguente e progressivo deterioramento delle attrezzature mediche in dotazione; 
???nel corso del dibattito pubblico, Vito Montanaro, direttore generale dell'ASL di Bari, ha sostenuto che gli ospedali di Putignano e di Monopoli sarebbero stati chiusi appena fosse stato realizzato il nuovo ospedale di Monopoli-Fasano; 
???il quotidiano on-line Putignano informatissimo, nell'articolo dedicato all'evento, scrive: «il Sud Est barese è un territorio vasto che conta 316.600 abitanti. Il nuovo ospedale di Monopoli-Fasano è molto distante dai Comuni di Putignano e di Noci»; 
???la delibera dell'Azienda Sanitaria Locale della provincia di Bari, n.?2288 del 1o dicembre 2014, con oggetto: «Benessere e salute. Indirizzi per la progettazione dell'ospedale Monopoli-Fasano», ha previsto un impiego di spesa di 80.000.000 euro per la creazione di circa trecento posti letto nel nuovo ospedale; 
???in base alla delibera della Regione Puglia n.?427 dell'11 marzo 2015, dall'oggetto «Criteri di riordino della rete ospedaliera 2015-2016 (...)», all'articolo 11, «Programmazione relativa alla costruzione dei nuovi ospedali», si stabilisce la realizzazione di quattro nuovi presidi ospedalieri tra cui il «nuovo ospedale del sudest barese, tra Monopoli e Fasano»; 
???l'articolo 15, comma 13, lettera c), del decreto-legge 6 luglio 2012, n.?95, convertito in legge 7 agosto 2012, n.?135, prevede che il rapporto posti-letto/abitante sia di 3,7 posti letto per mille abitanti, comprensivi dei 0,7 posti letto per mille abitanti attribuiti alla riabilitazione e la lungodegenza post-acuzie; 
???se la costruzione di nuovi ospedali e la chiusura di presidi ospedalieri, già esistenti all'interno di identiche aree geografiche nel caso di specie le abbia formato oggetto di valutazione nell'ambito del monitoraggio delle politiche di programmazione sanitaria posto che agli interroganti appare in contrasto con i principi di economicità della spesa nella pubblica amministrazione; 
???quale sia la percentuale di spesa sanitaria nel nostro Paese utilizzata per interventi di edilizia sanitaria e, in particolare, nella costruzione di nuove strutture sanitarie, anche in presenza negli stessi territori di precedenti strutture ospedaliere; 
???se la spesa per il nuovo ospedale di Monopoli-Fasano, quantificata in 80.000.000 di euro, sia compatibile con il piano di rientro finalizzato a ristabilire l'equilibrio economico-finanziario dei conti dei servizi sanitari regionali, sottoscritto dalla regione Puglia; 
???se il Ministro interrogato, nell'opera di affrancamento alla regione Puglia, per l'attuazione del piano di rientro finalizzato a ristabilire l'equilibrio economico-finanziario dei conti dei servizi sanitari regionali, abbia valutato appieno la spesa per la realizzazione del nuovo ospedale Monopoli-Fasano; 
???se gli standard riguardanti il rapporto posti letto/mille abitanti previsti per il nuovo ospedale Monopoli-Fasano rispettino quanto previsto dall'articolo 15, comma 13, lettera c), del decreto-legge 6 luglio 2012, n.?95, convertito, dalla legge 7 agosto 2012, n.?135. (5-05807).....


Si rammenta che la logica sanitaria del PD di Michele Emiliano, e di chi lo sostiene, è di realizzare un nuovo ospedale da 299 posti letto e chiudere gli ospedali di Putignano e di Monopoli con 330 posti letto, sapendo che gli attuali posti letto sono già inferiori al minimo di Legge.

La logica sanitaria del PD di Michele Emiliano è di realizzare un ospedale non collegato con strade e ferrovie alla zona che deve servire e con tempi di percorrenza superiori ai limiti di Legge.

La logica sanitaria del PD di Michele Emiliano è di dotare Putignano, Alberobello, Castellana, Conversano, Gioia del Colle, Locorotondo, Noci, Sammichele, Turi di un ospedale a mezzo servizio per una decina di anni, per poi chiuderlo definitivamente.

Noi Semplici Cittadini di Putignano a Cinque Stelle chiediamo che l'Ospedale di Putignano non sia chiuso né sia ridotto a metà ospedale senza alcun piano Sanitario redatto in modo trasparente e in condivisione con la Cittadinanza.

Meet-up 2007 – Putignano a 5 Stelle





 

Aggiungi un commento

  Si consiglia di non inserire dati personali negli spazi riservati ai commenti (es. indirizzi, numeri cell. ecc.)
Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento: