gototopgototop

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Banner
Oggi al cinema


Nessun film in programmazione
Sala Margherita
Info: tel.080.4055979
via Cappuccini,28 Putignano

Altre sale (Seven, Warner, ecc) ...
Il magistrato Nino Di Matteo a Putignano per presentare il libro 'Assedio alla toga'
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit
Banner

Il magistrato Nino Di Matteo a Putignano per presentare il libro 'Assedio alla toga'

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Appuntamenti

Sabato 18 Febbraio alle ore 09.30 presso la sala convegni "Giovanni Paolo II", quartiere S. Pietro Piturno di Putignano presentazione del libro "ASSEDIO ALLA TOGA - un magistrato tra mafia, politica e stato"

Assedio_alla_toga_libroPutignano (Ba) - Intervengono: dott. Nino Di Matteo, sostituto procuratore della DDA di Palermo, prof. avv. Antonio La Scala, presidente Gens Nova; Modera: Mario Valentino, giornalista. «Ci sono dei momenti in cui non ci si può rassegnare all'andazzo delle cose, alla legge del più forte: bisogna trovare il coraggio di esporsi e denunciare» dichiara Nino Di Matteo a Loris Mazzetti, spiegando in questo modo la sua decisione di rompere un silenzio che per tutta la durata della sua carriera di pm antimafia lo ha tenuto lontano dai microfoni e dai riflettori. 



Le sue parole chiare e illuminanti ci spiegano anche a che punto si trovano le indagini sulla “trattativa” tra Stato e mafia, sulla strage di via D’Amelio, e su personaggi discussi e discutibili che ancora oggi tengono in mano le redini del potere, dopo le rivelazioni del pentito di mafia Gaspare Spatuzza.

Nino Di Matteo (Palermo, 1961), in magistratura dal 1991. Sostituto procuratore della Repubblica presso la Dda di Caltanissetta dal’92 al ’99; pubblico ministero della Dda di Palermo dal ’99. Ha indagato: sulle stragi dei magistrati Rocco Chinnici, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e delle loro scorte; sull’omicidio del giudice Antonino Saetta. Pm in numerosi processi a carico di centinai di mafiosi dell’ala militare di Cosa nostra e dei fiancheggiatori (alcuni insospettabili) di Bernardo Provenzano. 

Molti i casi riguardanti i rapporti tra mafia, politica e istituzioni di cui si è occupato, tra questi: i processi al senatore Salvatore Cuffaro, al funzionario dei servizi segreti Ignazio D’Antone e alle “talpe” presso la Procura di Palermo. Attualmente è impegnato nei processi per la così detta “trattativa” tra mafia e Stato a carico dell’ex direttore del Servizio segreto civile prefetto Mario Mori. Da due anni è presidente dell’Associazione nazionale magistrati di Palermo.