Autorità comunali e sanitarie, volontari e operatori a confronto sul tema del randagismo a Putignano e sul territorio

PLega_del_Cane_Putignano_-__Randagismoutignano Ba - Giovedì 10 dicembre, alle 17,00 nella sala conferenze della biblioteca comunale, Via Castello 26 a Putignano, la sezione locale della “Lega nazionale difesa del cane” ha organizzato: <PUGLIA – Randagismo, cosa si fa>; conferenza dibattito sul randagismo, sulle soluzioni in atto e da attuare.

Presentata e moderata da Irene Troilo, presidente dell’associazione organizzatrice, la conferenza vedrà la partecipazione del sindaco Domenico Giannandrea; di Rosalba Matassa dirigente veterinario del Ministero della Salute e coordinatrice della task-force “Per la tutela degli animali di affezione, la lotta al randagismo, ai maltrattamenti e ai canili-lager”; di Piera Rosati, presidente nazionale della Lega difesa del cane; di Dario Mattoni, dirigente del servizio sanitario dell’ASL, area Bari sud.

La questione sul tavolo del convegno è molto seria. Gruppi di cani abbandonati radunati in branco che vagano affamati nell'indifferenza generale sono all'ordine del giorno nelle periferie delle province pugliesi, soprattutto d'estate. Alcuni di questi cani sono ricoperti di piaghe e ridotti a pelle e ossa a causa della fame e disidratati allo stremo.

Ma tutto questo avviene in Italia in piena violazione della Legge Nazionale 281/1991 sulla prevenzione del randagismo.

Stando al DPR n. 320/1954 “Regolamento di Polizia Veterinaria” e alla già citata Legge 281/91, il Sindaco deve farsi carico del mantenimento dei cani randagi, provvedendo alla loro cattura e idonea collocazione presso un canile municipale o convenzionato.

Serve il pieno rispetto dei programmi dei programmi di sterilizzazioni e di cura e assistenza per gli animali bisognosi, così come prescritto dalla Legge Regionale Puglia n. 12 del 1995:

Infine, urge a Putignano una soluzione per il canile rifugio comunale, sottoposto a sequestro dal 24 gennaio 2014 e che non può accogliere nuovi animali, oltre al mai aperto canile sanitario realizzato diversi anni fa in zona S. Pietro Piturno, per un costo di 250mila euro, tutt'ora inutilizzabile.

Ingresso libero per una conferenza che ha ricevuto il patrocinio del Ministero della Salute e del Comune di Putignano. Per info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., oppure seguire l’evento sulla pagina FB- difesadelcane.putignano.

 
Condividi